Home > Politics/Politica > Portland, Oregon, e Montefalcione , Italia

Portland, Oregon, e Montefalcione , Italia

Nei giorni scorsi ho registrato due episodi avvenuti praticamente in contemporanea che, ove mai che ne fosse ancora bisogno, dimostrano come sia al di quà che al di là dell’Atlantico il XXI secolo non sia ancora arrivato, almeno nelle menti dei più

Il primo episodio è avvenuto a Montefalcione, un paese in provincia di Avellino, nel corso del festival internazionale di musica, che si è tenuto dal 23 al 25 di agosto


Il gruppo tedesco di rock-medievale Schlemish stava allestendo il palchetto per la propria esibizione serale in prossimità della chiesa madre del paese, quando il parroco è uscito sul sagrato sbraitando e chiedendo a gran voce che venisse rimossa parte della scenografia paganeggiante in corso di montaggio in quanto il prelato era fermamente convinto che non si potesse fare ostensione di simboli pagani e satanici in prossimità della chiesa.

I musicisti, dopo qualche problema puramente linguistico di comprensione dei desiderata del parroco, hanno accettato bonariamente di rimuovere parte dei totem pur di potersi esibire in santa pace.

L’altro episodio è invece accaduto a Portalnd, Oregon, dove ha sede la nona corte d’appello federale degli Stati Uniti presieduta da Diarmuid O’Scannlain


La corte ha emesso lo scorso 23 agosto una sentenza con la quale ha confermato il diritto da parte della ONG cristiana World Vision di llicenziare tre impiegati per motivi religiosi.

La notizia è stata pubblicata, tra gli altri, sull’autorevole sito Huffington post – ma se non avete un gran dimestichezza con l’inglese, ecco l’articolo pubblicato sul sito de il Fatto Quotidiano

Direi che i due epiosdi si commentano da se’, e del resto non voglio focalizzare la mia attenzione su questi due fatti di cronaca ne’ sulle implicazioni derivanti

Quello che mi stupisce è che in entrambi i casi:
1 – i fatti episodi siano potuti semplicemente accadere
2 – non ci sia stata nessuna protesta da parte della cittadinanza , delle associazioni e delle forse politiche laiche;
3 – non ci sia stata eco sui cosidetti “mezzi d’informazione”

In altri termini, la mia considerazione è la seguente: che una minoranza o maggiornaza religiosa cerchi di imporre le proprie ubbie sul resto della popolazione in barba a leggi regolamenti e semplice buon senso ci può pure stare, ma che poi nessuno dica niente, nessuno insorga e nessuno protesti questo proprio non lo capisco!

Annunci
Categorie:Politics/Politica
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: