Archivio

Archive for settembre 2010

Pane al pane

settembre 29, 2010 1 commento

L’intervento di di Pietro durante il voto di fiducia al Governo del 29 settembre

Di Pietro dichiara che Berlusconi “usa le istituzioni solo per farsi gli affari suoi”.
Bhè , direi che non c’è niente di nuovo o niente di offensivo. E’ una costatazione che deriva dalla lettura che Di Pietro da’ dell’operato di Berlusconi e del suo governo

Fini richiama più volte di Pietro a “usare un linguaggio consono a quest’aula”

In altre parole: in aula si parla solo per giri di parole e non si dicono le cose come stanno

Fini richiama la parte destra dell’emiciclo che rumoreggia perchè “siamo in diretta televisiva”

In altre parole , se non ci sono le telecamere si può fare un po’ quel che pare.

Non so voi, ma a me puzza un po’ troppo di dittatura mediatica

Annunci
Categorie:Uncategorized

Le bugie hanno i tacchi bassi

settembre 29, 2010 Lascia un commento

Nel discorso tenuto in parlamento oggi , 29 settembre, Berlusconi ha affermato che “non possiamo rischiare, durante una crisi che non è ancora finita, un periodo di instabilità”, come riportato dall’agenzia reuters

Tale affermazione suscita una certa meraviglia.

In più occasioni, infatti, lo stesso Berlusconi aveva affermato che la crisi era superata e che il nostro paese ne era uscito meglio di altri. Tra le numerose occasioni in cui Berlusconi ha sostenuto queste posizioni, ricordiamo alcune dichiarazioni rese a maggio 2009 e a giugno 2010

Delle due l’una: o Berlusconi ci ha mentito finora o sta mentendo adesso

In ogni caso, è un bugiardo. E le bugie, si sa, hanno i tacchi bassi…..

Categorie:Uncategorized

Prime reazioni all’azione sul caso Babini

settembre 23, 2010 3 commenti


Il 22 settembre pontifex.roma ha pubblicato questa nota in cui Volpe dichiara di non essere intimorito dall’avvenuto deposito dell’esposto.

Mi piacerebbe condividere con voi alcune considerazioni.

Innanzitutto, diamo un’occhiata alle date.
L’esposto è stato depositato presso il tribunale di Avellino il 21 settembre. La nota di commento viene pubblicata in data 22, a sole 24 ore di distanza.
Poichè la notizia non è stata riportata da nessun organo di informazione tradizionale ma esclusivamente da alcuni siti non esattamente conosciutissimi (come ad esempio quello dell’associazione gay Italiani e alcuni gruppi facebook ), se ne deduce che la redazione di pontifex.roma segue molto attentamente tutta una serie di canali di informazione “alternativi”

Con il senno di poi, la cosa non sorprende più di tanto dal momento che su pontifex.roma vengono pubblicati con frequenza serratissima articoli “di approfondimento” su tutta una serie di ambienti non “mainstream” , quindi i redattori dovranno pur documentarsi in qualche modo.
La logica conclusione è che i redattori di pontifex.roma consultano, almeno una volta al giorno, una serie piuttosto varia di siti “non allineati” di informazione .

Ne prendiamo atto con piacere.

Una altra considerazione riguarda il tono delle dichiarazioni di Volpe, che nel suo fondo sottolinea in maniera adamantina di non essere affatto intimidito.

E ci mancherebbe.

Ognuno ha il sacrosanto diritto di sostenere fino in fondo le proprie idee e di lottare con passione per le cause in cui crede
E’ proprio per questo che sono convinto che Volpe sia saldo sulle sue posizioni e tranquillo per il suo operato.
Infatti, se egli ha portato avanti determinate iniziative nella convinzione che meritassero di essere sostenute, ne consegue logicamente che oggi sia ancora convinto della validità di queste utlime e non abbia timore alcuno.
Guai se così non fosse, vorrebbe infatti dire che certe posizioni sarebbero state prese in malafede o con ipocrisia.
Sono quindi felice che Volpe dichiari di essere ancora ben saldo sui suoi punti, è la riprova che Volpe è un uomo sincero e trasparente.

Il punto è che anche le azioni più coerenti e coraggiose possono ugualmente dare luogo a conseguenze per le quali si possono configurare ipotesi di illecito , se non di reato.
In altre parole, se un uomo ruba un pezzo di pane per sfamare la propria famiglia compie un gesto senz’altro comprensibile e umanamanete perdonabile, ma rimane pur sempre un ladro.

Infine, mi piacerebbe soffermarmi sulla consueta delicatezza con cui Volpe etichetta “i soliti massoni, gay ed ebrei nemici della Chiesa e di Dio”
In maniera draconiana, tutte queste categorie di persone tra loro così differenti vengono ricondotte dallo stesso Volpe a quella unica di “depravati”
Probabilmente si tratta di un esercizio di sintesi giornalistica per esprimere in maniera immediata un concetto assai più ampio e complesso, o probabilmente così è per Volpe.

Alla luce di tutto ciò, prendo quindi atto di essere stato ascritto anch’io alla categoria dei “depravati” e vado avanti, anch’io senza paura.

E ci mancherebbe

Categorie:Politics/Politica

Mappa delle azioni sul caso Babini

settembre 22, 2010 1 commento


In relazione alle ultime evoluzioni delle azioni civili sul caso babini, si è reso necessario programmare un coordinamento che fosse immediatamente fruibile anche via internet

Ecco quindi , come primo strumento, la mappa delle azioni che verrà aggiornata man mano che si apriranno nuove iniziative

Categorie:Uncategorized

Come aderire all’azione civile

settembre 21, 2010 1 commento


il 21 settembre presso il Tribunale di Avellino è stata formalmente avviata un’azione nei confronti di Babini Giacomo, di Pietro Carlo e Volpe Bruno per quanto da questi pubblicato sul sito pontifex.roma.it

Se ritenete , potete subito dare un contributo a questa iniziativa presentando un esposto analogo anche nel Tribunale della vostra città.

E’ molto più semplice di quello che pensate, la procedura è questa:

1) scaricate e compilate il modello di esposto

2) firmate l’esposto a pagina 3 come “primo/a firmatario/a” e , se riuscite, raccogliete anche altre firme nel foglio firme

3) scaricate e stampate il fascicolo degli allegati

4) portate il tutto al tribunale della vostra città, recatevi negli uffici della Procura e chiedete il deposito dell’esposto/querela

5) il deposito può essere fatto in forma semplice, cioè ceome semplice consegna del fascicolo all’ufficio, o in forma ufficiale, mediante il pagamento di €3,52 di diritti di segreteria; in questo secondo caso, il fascicolo viene ufficialmente registrato e protocollato e vi verrà consegnata una copia datata e firmata dall’addetto alla ricezione atti

Categorie:Politics/Politica

Azione Civile sul caso Babini

settembre 21, 2010 2 commenti

Stamattina è stato depositato presso la cancelleria del Tribunale di Avellino un esposto nei confronti di Babini Giacomo, Di Pietro Carlo e Volpe Bruno in relazione a quanto da questi ultimi pubblicato sul sito pontifex.roma e alla successiva eco suscitata sugli organi di stampa.

Le esternazioni di babini sul sito pontifex.roma sono da tempo oggetto di discussione , sul web e fuori, e anche questo blog se ne è occupato la scorsa estate

E proprio dal web è nata l’iniziativa formalizzata stamattina, alla quale hanno aderito diverse associazioni
Grazie al supporto già acquisito di Certi Diritti , Diritto Forte, Iken
e del movimento gay Italiani l’azione parte già con una base abbastanza ampia

E’ auspicabile che le adesioni e il sostegno si amplino sempre di più, fino a comprendere una rappresentanza quanto più ampia e trasversale possibile di tutta la società civile.

Chi fosse interssato può fare riferimento a questo blog o a questo gruppo facebook

A presto per gli aggiornamenti

Categorie:Politics/Politica

Alla faccia dell’articolo 21

settembre 21, 2010 Lascia un commento

Ricordate?
La nostra Costituzione recita, all’articolo 21, quanto segue:
“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione”

Eppure qualche solerte funzionario di PS sembra non essere d’accordo, visto il trattamento riservato a esponenti dell’UAAR che avrebbero voluto essere presenti a Porta Pia per assistere alla manifestazione svoltasi alla presenza del Presidente della Reopubblica , Giorgio Napolitano, e di un vescovo, Tarcisio Bertone.

La distanza che separa questa nostra Italia dal baratro di un regime si fa semrpe più esigua…

Categorie:Politics/Politica