Archivio

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

Simboli elettorali clonati: un precedente

gennaio 12, 2013 Lascia un commento

La vicenda del simbolo “clonato” del Movimento 5 Stelle è ben nota.

Vale la pena fare qui qualche approfondimento e un importante aggiornamento.

Secondo l’edizione on line del Fatto quotidiano il signor Marco Manuel Marsini, depositario del marchio con le 5 stelle, sarebbe uno dei riferimenti del partiro pirata “originale”

In realtà le cose stanno un po’ diversamente.

Il signor Marco Manuel Marsini non è nuovo a questo genere di operazioni, avendone posta in essere una del tutto simile nel 2011 nei confronti del movimento “Pirate Party”.
Il Marsini fu citato e fu soccombente nel giudizio promosso ai suoi danni dall’associazione Partito Pirata

Ecco il testo integrale emesso dal tribunale di Milano

Vi prego di leggere con attenzione l’ordinanza, che sancisce in maniera chiara come , a parere del giudice, il signor Marsini abbia posto in essere un tentativo di appropriarsi di un nome e di un marchio sul quale non vantava alcun diritto, laddove la citata associazione Partito Pirata ne era invece la legittima beneficiaria

Si capiscono altre due cose:
1 – il signor Marsini non è nuovo a queste operazioni;
2 – esiste un importante prcendente che avalla le ragioni del Movimento 5 Stelle

Per concludere: gli amici del Partito Pirata mi informano che, ad oggi, il signor Marsini non ha ancora versato una lira dei 4.500 € di spese al cui risarcimento è stato condannato

Loro non si arrenderano mai. Noi neppure.

Avvocati e parlamentari

Due ragazze che hanno preso parte a una festa tenutasi nella villa di Arcore di Silvio Berlusconi lo scorso 24 di Agosto, dopo una importante partita del MIlan, hanno reso alla procura di Milano delle testimonianze che descrivono nel dettaglio l’andamento scollacciato e pecoreccio della serata , una realtà assai lontana dall’atmosfera di “cene sobrie ed eleganti” descritta da altri testimoni.

Francesco Paolo Sisto, deputato PDL, ha dichiarato: “Conoscendo lo scarso equilibrio politico dell’Idv, la sfegatata passione dei suoi esponenti per il giustizialismo anti-berlusconiano, risulta difficile registrare con serenità il dato che chi difende le due ragazze ascoltate dalla solita procura di Milano sia Patrizia Bugnano, senatrice proprio dell’Italia dei Valori”

Qualcuno dica a Sisto che conoscendo lo scarso equilibrio politico del pdl, la sfegatata passione dei suoi esponenti ad accanirsi contro complotti giudiziari e fantomatiche “toghe rosse”, risulta difficile registrare con serenità il dato che chi difende Silvio Berlusconi dalla “solita” procura di Milano siano Niccolò Ghedini e Piero Longo, senatori proprio del PDL.

3 Aprile 2011, Palosco (BG): illegale l’ordinanza del sindaco Pinetti sul reddito minimo

Osservatorio ITI (Incompententi, Truffatori, Inacapaci ) sul centro-nord Italia

Massimo Pinetti, sindaco leghista di Palosco (BG), aveva emesso un’ordinanza in cui si specificava che la residenza poteva essere riconosciuta solo se il richiedente avesse un reddito superiore alla soglia di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria.
L’ordinanza è stata impugnata ed il tribunale amministrativo ne ha sancito la nullità in quanto contrastante con vari dispositivi di legge
Pinetti, oltre al ritiro dell’ordinanza e ad eventuali risarcimenti in sede civile, sarà ora chiamato a rispondere del danno erariale causato

Per i particolari
l’articolo in cronaca da “il Fatto Quotidiano”

Categorie:ITI, Uncategorized

Marzo 2011, Rho (MI): malasanità

Osservatorio ITI (Incompententi, Truffatori, Inacapaci ) sul centro-nord Italia

All’ospedale di Rho (MI) si manifesta in tutta gravità la situazione di malasanità dopo la morte di un paziente per un errore marchiano: dopo un’operazione all’addome i chirurghi avevano infatti dimenticato una garza all’interno del corpo dell’uomo

Per maggiori dettagli:
l’articolo del Corriere dell’ 8 marzo 2011
l’articolo de “il Fatto Quotidiano” dell’8 marzo 2011

Categorie:ITI, Uncategorized

Marzo 2011, Bergamo: truffa al SSN

Osservatorio ITI (Incompententi, Truffatori, Inacapaci ) sul centro-nord Italia

Settantasei farmacisti avevano architettato un sistema di false ricette a cittadini anziani o addirittura defunti per incassare i rimborsi dal Servizio Sanitario Nazionale

Per maggiori dettagli, la notizia su “Affari Italiani”

Categorie:ITI, Uncategorized

Lega nord: senza ritegno

A meno di una settimana dai funerali del capitano Ranzani, la Lega porta in parlamento una delle proposte più offensive nella sua pur lulnga carriera di assurdità: un “bonus” territoriale da valutare nelle domade di acesso al corpo degli Alpini per i giovani nati al nord

Non starò qui a sottolinera la evidente incostituzionalità di una simile proposta, nè del resto dalla Lega ci si potrebbe aspettare una proposta di legge sensata, equilibrata e rispettosa del senso e dell’identià dello Stato sanciti dalla nostra bella costituzione

Non starò neanche a sottolineare come questo sia l’ennesimo, subdolo e becero tentativo perpetrato dalla Lega di introdurre elementi di secessionismo e di razzismo nel cuore stesso del nostro ordinamento.

Non oso nemmeno immaginare la rabbia che questa proposta delirante scatenerà tra le penne nere, veci o bocia che siano.

Voglio solo sotolineare una cosa. Una settimana fa tutti gli uomini politici (compresi i leghisti) riempivano TG e Giornali di espressioni compunte di cordoglio e manifestazioni di solidarietà alle nostre forze armate e in particolare agli Alpini. Tutti ne vantavano la professionalità, la dedizione e il senso del dovere e tutti – anche i barbari con il fazzoletto verde- dichiaravano fiducia e sostegno incondizionato nei loro confornti.
Salvo poi, dopo pochi giorni, uscirsene con una vigliaccata del genere.

Che i barbari con il fazzoletto verde fossero ipocriti lo sapevamo già da tempo. Oggi sappiamo che sono anche ingrati.

Categorie:ITI, Uncategorized

Pane al pane

settembre 29, 2010 1 commento

L’intervento di di Pietro durante il voto di fiducia al Governo del 29 settembre

Di Pietro dichiara che Berlusconi “usa le istituzioni solo per farsi gli affari suoi”.
Bhè , direi che non c’è niente di nuovo o niente di offensivo. E’ una costatazione che deriva dalla lettura che Di Pietro da’ dell’operato di Berlusconi e del suo governo

Fini richiama più volte di Pietro a “usare un linguaggio consono a quest’aula”

In altre parole: in aula si parla solo per giri di parole e non si dicono le cose come stanno

Fini richiama la parte destra dell’emiciclo che rumoreggia perchè “siamo in diretta televisiva”

In altre parole , se non ci sono le telecamere si può fare un po’ quel che pare.

Non so voi, ma a me puzza un po’ troppo di dittatura mediatica

Categorie:Uncategorized